curiosità - Pro Loco

Vai ai contenuti

Menu principale:

Curiosità
Curiosita' su Bernalda

a cura di Maria Teresa Denittis

Negli anni Trenta del XX secolo un ricco proprietario di Bernalda, don Giuseppe MARGHERITA,  che per un certo periodo rivestì anche la carica di podestà,  appassionato di botanica, non soltanto curò e valorizzò il giardino del  proprio palazzo con piante bellissime e talvolta esotiche ma si adoperò  per abbellire il lungo e splendido corso di Bernalda con palme, tanto  che ormai da tempo è riconosciuto in tutta la Basilicata come il corso  più bello dell’intera regione. Oggi palazzo Margherita, in corso  Umberto, è stato acquistato dal regista di origini bernaldesi Francis Ford COPPOLA  che, dopo un sapiente restauro, ne ha fatto un lussuoso hotel in cui  spesso approdano anche stelle di Hollywood; alla fine di Agosto del 2011  il famoso regista, il cui nonno Agostino era nato a Bernalda, volle  condividere con tutti i suoi "compaesani" la gioia dei festeggiamenti di  sua figlia Sofia, anch’ella regista, con il cantante dei Phoenix Thomas  Mars….e come un matrimonio paesano in piena regola in stile anni 50,  gli sposi si affacciarono al balcone per salutare l’intera cittadinanza,  lì sotto accorsa in occasione delle nozze.
Sul nostro  indimenticabile corso padroni e gestori di locali, bar, gelaterie,  pasticcerie, cioccolaterie, pubs collocano sugli antistanti marciappiedi  i propri tavolini, seduti ai quali, nelle calde serate estive, è  possibile ascoltare dell’ottima musica dal vivo.
E a proposito di musica….bernaldese è il gruppo della KRIKKA REGGAE, molto seguito fra i giovani ormai da parecchi anni e che vanta diverse collaborazioni prestigiose. Nell’Agosto 1976 nacque "RADIO BERNALDA",  la prima libera emittente lucana che fornì poi lo stimolo ad altri  paesi per la nascita di altre radio libere in FM. E negli anni Ottanta  Bernalda divenne famosissima perché durante il mese di Agosto, allo  stadio, grandi artisti nazionali ed internazionali tennero  affollatissimi ed apprezzatissimi concerti: Eros Ramazzotti, Antonello  Venditti, Zucchero, Edoardo Bennato, Pooh, PFM, Miriam Makeba, Joe  Cocker, tanto per citarne qualcuno.
La festa patronale di san BERNARDINO DA SIENA ha  luogo 2 volte all’anno, il 20 Maggio e in Agosto, quest’ultima in  grande stile, che si conclude il giorno 23 Agosto con un variopinto  corteo storico medievale che richiama turisti da ogni dove e che  costituisce il fiore all’occhiello di tutta l’Estate Bernaldese, durante  la quale si organizzano anche sagre molto frequentate: La sagra della  crapiata, tipica e gustosa zuppa di legumi, in data 1 Agosto; la sagra  dell’anguria, il 7 Agosto e la sagra del cinghiale, il 14 Agosto.
Tanti  gli artisti di arti figurative che nel nostro bellissimo paese hanno  avuto i natali o comunque vi hanno operato: Il pittore Cosimo SAMPIETRO, morto nel 1949, che dipingeva alla maniera dei Grandi del passato….e inoltre il pittore LUCANINO, il pittore e scultore Francesco  CARELLA, Gaetano CARRIERO, Francesco FAI, Mimino FIGLIUOLO, Rocco  GRIECO, Giuseppe PETROCELLI, Antonio Edgard RUSSO, Salvatore SEBASTE,  Maria Grazia TARULLI, Mariella TROIANO, Francesco VIGGIANO, Tiziana  Irene VIGGIANO e tanti altri…..
Un personaggio nato qui da noi e di cui siamo particolarmente orgogliosi è il magistrato Pierluigi DELLOSSO,  che tante indagini importantissime ha condotto nella lotta alle  organizzazioni criminali, impegnandosi con successo anche nel caso  relativo al delitto di Yara Gambirasio.
Fieri altresì di Matteo PARISI,  giovane medico di modesta famiglia, nel nostro paese nato nel XVII  secolo, che riuscì a diventare prima medico di corte a Napoli e poi  addirittura medico personale di papa Innocenzo X e di altri due papi.
E che dire di altri nostri concittadini che si sono sempre dedicati allo studio della storia locale, fra cui il prof. Angelo TATARANNO,
il prof. Franco ARMENTO, il prof. Antonio SALFI, il grande studioso di vernacolo Pietro RUSSO ed altri che, pur non essendo nati a Bernalda, ci abitano, come il prof. Giovanni OLIVA, il prof. Dino D’ANGELLA e il prof. Pietro TAMBURRANO.
Tanti i giovani filmakers: Giuseppe Marco ALBANO, Vincenzo PETROCELLI, i fratelli PUNTILLO, Vincenzo FORCILLO….
E  concludiamo in…..bellezza: Nell’Ottobre 2013 arrivò fra la prime 5  finaliste al concorso di Miss Italia la nostra avvenente e bionda Laura NARCISO……Insomma, non ci facciamo mancare proprio niente nella nostra ridente cittadina!
Un’  altra notizia…..Nell’Agosto 2014, pochi giorni dopo la festa patronale,  sulla cassarmonica in piazza Plebiscito è salito un nostro concittadino  davvero importante, Gianluca DENOVI, che a nemmeno 40 anni  insegna Chirurgia robotica all’università di Harvard…..dico  Harvard…..Applauditissimo dai suoi compaesani, ha parlato al microfono  con semplicità e grande umiltà, spronando i giovani di Bernalda a  studiare…studiare…studiare…e a crederci…perché i sogni a volte si  realizzano davvero, così com’è successo a lui.
Nella primavera 2015 a "Colorado" sta partecipando come ospite fisso il nostro comico bernaldese Dino PARADISO, molto apprezzato per le sue esilaranti performances.
Queste, per ora, le curiosità salienti….altre ne potremo aggiungere in itinere....





L'inginocchiamento del Vitellino fedele


a cura di Maria Teresa Denittis

Si racconta che qualche secolo fa a Bernalda sia avvenuto un fatto prodigioso.... Un vitello, staccandosi dal suo gruppo, andò ad inginocchiarsi davanti all'effige di San Bernardino esposta fuori dalla chiesa per qualche motivo particolare. Questo comportamento, già di per sé strano, prende un certo significato se si considera che sul trigramma con cui San Bernardino andava predicando c'é la seguente iscrizione: "Genuflettetevi davanti al nome di Gesù o esseri del cielo, della terra, degli inferi".... Ancor oggi, il 23 agosto, giornata conclusiva della festa patronale, all'uscita del santo dalla chiesa madre avviene l'inginocchiamento del vitellino fedele per rievocare quell'avvenimento.
Durante i lavori di restauro della chiesa matrice, avutisi fra gli anni Novanta e gli inizi di questo nuovo Secolo, è stato ritrovato un bassorilievo riproducente la scena dell'inginocchiamento.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu